12 ottobre 2012 –Inaugurazione mostra

sale affrescate

 Nell’ambito del progetto  

‘La Solitudine:il pieno e il vuoto’

Sale affrescate del Palazzo Comunale

Presentazione mostra Arte e solitudine 

analisi critica

 

 

 

 

 

 

 

pittori partecipanti

ore 17

Inaugurazione

mostra

ARTE e SOLITUDINE

fino al 28 ottobre

10-12 e 16-18

domenica chiuso

Mostra collettiva di artisti pistoiesi e dell’atelier di pittura e scrittura dell’ASL3 di Pistoia

martedì 16 ottobre alle 13.40 su Toscana Tv (canale 18) nella trasmissione “Primo piano”andrà in onda un servizio speciale di 6 minuti .

La notizia è stata data anche su  http://met.provincia.fi.it/news.aspx?n=127818

Comune di Pistoia
UNA MOSTRA PER SCOPRIRE LA RICCHEZZA E LA PROFONDITÀ DI CHI SOFFRE DI DISAGIO PSICHICO
 Uscire dalla solitudine per chi soffre di disturbi psichici attraverso progetti di integrazione per eliminare il pregiudizio e lo stigma nei loro confronti,elementi che spesso creano emarginazione sociale. E’questo l’obiettivo della mostra “Arte e solitudine” che verrà inaugurata venerdì 12 ottobre alle 17 nelle Sale Affrescate di Palazzo Comunale. Si tratta di un ambizioso progetto che è riuscito a mettere insieme quasi sessanta opere di sedici noti artisti pistoiesi insieme a quelle di quattordici pittori “speciali” che hanno realizzato i loro quadri durante l’attività nel laboratorio di pittura del Centro Desii 3 dell’Asl di Pistoia. Il fil rouge che unisce tutte le opere è il tema della solitudine e i suoi due aspetti:quello positivo che riempie l’animo,dà sollievo e senso alla vita e quello invece che fa sentire il vuoto,la mancanza e crea quindi disagio.
Gli autori pistoiesi che hanno aderito all’iniziativa sono:Paolo Albani,Rossella Baldecchi,Franco Balleri,Filippo Basetti,Leonardo Begliomini,Paolo Beneforti,Daniele Capecchi,Cristiano Coppi,Giunio Gacci,Giuseppe Gavazzi,Valerio Gelli,Dario Longo,Cristina Palandri,Luigi Russo Papotto,Stefania Puntaroli e Giorgio Ulivi. I frequentatori dell’atelier di arte del centro di salute mentale sono:Luciana Bartolini,Simone Benini,Ausilio Berti,Lorenzo Capaccioli,Alba Capecchi,Franca Dolfi,Cinzia Melani,Beata Nagy,Anna Parisi,Riccardo Prioreschi,Daniela Spagnesi,Roberta Tosi,Rosanna Vannacci e Paola Vivarelli.

“Questa iniziativa – sottolinea l’assessore alla cultura Elena Becheri – è una preziosa occasione per avvicinare le persone affette da patologie di natura psichica,spesso guardate con timore e diffidenza,agli altri,a tutti coloro che avranno grande sensibilità per capire che chi è fragile non deve essere lasciato solo. Attraverso la mostra i frequentatori del laboratorio di pittura diventano protagonisti,escono fuori dal loro guscio,dall’isolamento esprimendo attraverso le arti figurative la loro ricchezza e bellezza interiore”.

La mostra rientra nel più ampio progetto “La solitudine:il pieno e il vuoto” che prevede una serie di eventi per esplorare la malattia mentale,organizzati in occasione della Giornata mondiale della salute mentale in programma il 10 ottobre.

“Abbiamo sperimentato – dice la presidente dell’associazione Oltre l’Orizzonte Kira Pellegrini –che la condivisione delle esperienze e delle emozioni di chi soffre di disturbi psichici abbatte gli steccati e crea empatia. Per questo abbiamo ideato un progetto che potesse avvicinare più persone possibili alle tematiche sul disagio psichico,accorciando così le distanze tra chi si sente isolato e poco amato e chi,anche con un semplice sorriso,può regalare loro un gesto importante”.

La mostra è realizzata dall’associazione Oltre l’Orizzonte in collaborazione con Comune e Asl 3,con il patrocinio di Cesvot e il contributo di Fondazione Banche di Pistoia e Vignole per la cultura e lo sport. L’allestimento e il catalogo sono stati curati da Siliano Simoncini e Maurizio Tuci. Nel catalogo sono raccolte tutte le opere esposte nella mostra e sono presenti versi e testi dei poeti pistoiesi Roberto Carifi e Massimo Baldi.

“L’iniziativa – spiega Luigi De Luca,responsabile dell’unità funzionale salute mentale adulti della Asl 3 –è la sintesi dell’attuazione del radicale cambiamento culturale avvenuto nella provincia di Pistoia che è stato condotto dagli operatori dell’azienda sanitaria locale ma si è realizzato anche con il sostanziale contributo dell’associazione Oltre l’Orizzonte. Il titolo della mostra “solitudine” esprime un sentimento di disagio diffuso e molto attuale che emerge attraverso la pittura ma potrebbe essere espresso anche con altre forme artistiche,come la musica ed il teatro,che sono tutte utili per rappresentare i sentimenti delle persone”.

 

                                  

Lascia un commento

You can use these HTML tags

<a href=""title=""><abbr title=""><acronym title=""><b><blockquote cite=""><cite><code><del datetime=""><em><i><q cite=""><s><strike><strong>

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.